SINDROME DI POSNER-SCHLOSSMAN

Posted on: 9 Dicembre, 2019, by :

La Sindrome di Posner-Schlossman è caratterizzata da ricorrenti attacchi di glaucoma acuto ad angolo aperto, associati ad una modesta iridociclite (occhio apparentemente normale). La malattia insorge generalmente tra la terza e la sesta decade di vita, ed il 40% dei pazienti affetti risulta positivo per HLA-Bw54.

Eziologia

L’etiopatogenesi più verosimile è da “trabecolite acuta” da reazione e deposito di complessi immuni per nuova esposizione verso una precedente infezione virale (in genere sensibilità immunitaria verso Herpes, Citomegalovirus e, sembra anche ora accertato, verso Helicobacter pylori).

Clinica

L’esordio clinico delle fasi acute è caratterizzato da un lieve fastidio oculare (raramente dolore), visione di aloni intorno alle luci e leggero calo del visus.

I sintomi sono caratteristicamente non proporzionati all’entità dell’ipertono (in genere 40-80 mmHg).

La pupilla dell’occhio affetto appare più dilatata ed iporeagente alla luce.

L’iperemia congiuntivale pericheratica è di lieve entità e sono presenti pochi precipitati endoteliali non pigmentati.

La camera anteriore presenta una lieve cellularità e può esserci edema corneale, dovuto all’ipertono.

L’angolo irido-corneale si mantiene aperto durante tutto l’episodio acuto e la pressione intraoculare può rimanere a livelli elevati per varie settimane, per poi normalizzarsi.

Diagnosi differenziale

  • glaucoma acuto ad angolo chiuso (sintomatologia più importante, iniezione congiuntivale marcata, angolo iridocorneale molto stretto o chiuso)
  • sindrome uveitica di Fuchs (bilaterale, flogosi cronica non episodica, pressione intraoculare normale o ridotta, con ipertono solo nelle fasi tardive, per la sclerosi trabecolare, eterocromia iridea)

Terapia e prognosi 

Le crisi glaucomatociclitiche sono in genere auto-limitanti e non ne derivano complicanze. La somministrazione di corticosteroidi e la gestione farmacologica dell’ipertono con beta-bloccanti topici (se non controindicati), alfa2-agonisti e inibitori dell’anidrasi carbonica topici o sistemici sono generalmente sufficienti.

Bibliografia

  1. http://www.nuovavistainformata.it/ufficio_stampa/appro/Sindome_Posner_Schlossman.pdf
  2. http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/306212-sindrome_di_posner_schlossman.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *