Valutazione Posturologica

Che cos’è la visita posturologica?

La visita posturologica ha come obiettivo la riabilitazione funzionale dei vizi posturali sin dalla precoce età e mira a correggere immediatamente le posture alterate.


La visita visuo-posturale è a supporto di numerose specialità mediche: Ortopedia, Fisiatria, Geriatria, Otorinolaringoiatrica.

A cosa serve la visita posturologica?

Una visita posturologica, malgrado il nome, non si interessa, almeno come fine ultimo, all’analisi della posizione assunta dal corpo.

Quest’ultima è l’espressione di una alterazione del tono muscolare, vero testimone di un disequilibrio sensoriale.

Trattare l’aspetto morfologico significa lavorare sull’uscita del sistema e non sull’entrata, ovvero sulla causa del disequilibrio.

Una visita posturologica deve quindi basarsi su tre elementi, che sono anche la base per poter poi porre diagnosi di Sindrome da Deficit Posturale:

  1. anomalie toniche
  2. anomalie percettive
  3. anomalie di localizzazione spaziale

Questi tre elementi, d’altra parte, sono la base del controllo motorio e posturale.

I pazienti “POSTUROLOGICI” sono quelle persone che sia per cause innate, sia per cause sopravvenute ( traumi, interventi chirurgici,…) presentano una  “sregolazione” del sistema percettivo.

Possono presentare :

  1. disturbi DOLOROSI:
  • cefalea
  • emicrania muscolo tensiva
  • dolori alle cervicali
  • mal di schiena
  • dolori alle ginocchia, anche, …
  • dolori articolari in generale

2. disturbi di EQUILIBRIO

  • pseudo-vertigini
  • difficoltà di situarsi nello spazio
  • cadute inspiegabili

3. disturbi della sfera COGNITIVA

  • dislessia
  • disgrafia
  • pseudo-agitazione
  • dislalia
  • disprassia
  • disturbi del sonno (es. sonnambulismo…)